Girotondo di San Francesco
Legenda
Luoghi sacri di S.Francesco
Luoghi sacri
Centri d'interesse francescano
Paesi interessanti
Panorama
Sentieri e punti naturalistici
Laghi, cascate, fiumi, fonti
I Borghi più belli d'Italia
I Borghi più belli d'Italia lungo il Girotondo
Patrocinio
Accedi
Utente

Password



Non ricordi più la password?
Richiedine una nuova qui.
15 - Passignano-Castiglione del Lago
Descrizione Tappa Mappa
Percorso precedente << >> Percorso successivo

Oggi è una giornata speciale. Quasi giunti a metà del Girotondo ci riposeremo per un giorno andando in vaporetto a visitare la straordinaria Isola Maggiore del Lago Trasimeno.
Passignano

Su quest'isolotto, che si raggiunge in venti minuti da Passignano, si ricordano vari episodi della vita del santo assisiate. Qui, narrano i Fioretti (cap. VII), San Francesco digiunò per l'intera quaresima del 1211 ''con solo mezzo pane''. Vi era giunto accompagnato da un amico, di cui era ospite, e a cui pregò di non rivelare a nessuno il suo nascondiglio. Sostò in mezzo ad ''una siepe molto folta e stretta, la quale molti pruni e arboscelli avevano acconciato a modo d'una capannetta''.
Passignano – Imbarcadero

L'isola era deserta, e quando, alla fine della quaresima, l'amico tornò a prelevarlo, dei due pani che gli aveva donato ne ritrovò uno e mezzo; l'altro mezzo l'aveva mangiato ''per riverenza del digiuno di Cristo benedetto, il quale digiunò quaranta dì e quaranta notti senza prendere alcun cibo materiale''. E così con quel mezzo pane cacciò da se stesso il veleno della vanagloria. Oggi restano in quel luogo due cappellette: la cappella dello sbarco, dove il poverello approdò, e, poco più in alto, quella che ricorda il posto della sua capanna.
Isola Maggiore

C'è anche una pietra con l'immagine delle sue orme scolpita miracolosamente sopra. I francescani eressero sull'isola un grande convento con chiesa annessa e molta gente andò a vivere là seguendo l'esempio dell'uomo angelico: arrivarono ad abitare su quell'isola estesa non più di 24 ettari oltre 600 persone. Il convento ''buono e grande'' è stato nell'800 trasformato in villa dai marchesi Guglielmi.
Isola Maggiore – Villa Guglielmi

Le strutture più antiche dell'edificio risalgono al 1328 e fu ingrandito nel 1480; vi furono ospiti S. Bernardino da Siena e, nel 1459, il pontefice Pio II. Tommaso da Celano ricorda che in quest'isola avvenne un poeticissimo episodio: a San Francesco era stato regalato un coniglio, che però egli aveva benedetto e rimesso in libertà; ma portato nel bosco da un frate, il coniglio tornava in continuazione fra le braccia del Santo. L'attracco del traghetto è dall'altra parte rispetto a Passignano. Da lì si percorre la Via Guglielmi che passa lungo il piccolo centro abitato. Dalla chiesa di San Salvatore si prende a destra una strada in leggera salita che attraverso una macchia di ferula conduce al punto più alto dell'isola.
Isola Maggiore
S.Michele Arcangelo

La chiesa di S. Michele Arcangelo (XIII secolo) è posta proprio sulla sommità, ad unica navata con tetto a travi e abside con tetto a crociera. L'intera chiesa è affrescata da opere di artisti ignoti, alcune ascrivibili a scuole giottesche o di Cimabue; interessante anche un'icona bizantineggiante della Madonna col Bambino. Sull'altare si trova un crocefisso ligneo di Bartolomeo Caporali.
Castiglione del Lago
Palazzo Ducale

Scendendo dall'altra parte si possono visitare i luoghi francescani e non di rado fanno capolino tra le frasche, fra gli ulivi e il bosco di lecci, fagiani, merli e conigli. L'Isola Maggiore e' una scoperta fantastica. Nell'esiguo perimetro di due chilometri ci sono viste, chiese, musei, ristoranti, casupole, piante e fiori che possono far passare in beatitudine l'intera giornata. Potete anche comprare i ''pizzi d'irlanda'' che la marchesa Guglielmi ha insegnato a ricamare a tutte le donne del luogo.

Alla sera lasciate questa magnifica isola con il vaporetto per Castiglione del Lago. Prima di andare a dormire vagate per le stradine di questa cittadina medievale. Paese-castello, circondato per intero dalle sue mura, sorge su un piccolo promontorio che come un vascello si infila nel Lago Trasimeno. Castiglione è dominata dalla fortezza medievale col suo mastio che svetta a 30 metri d'altezza e dal Palazzo Ducale del '500, interamente affrescato.

Concludete questo giorno di pausa nella quiete che offre la vista dell'Isola Maggiore e della Polvese nella luce del tramonto, dagli arditi camminamenti che accompagnano le mura merlate e le torri di questo borgo antico.
Castiglione del Lago – Mappa medievale

Descrizione Tappa Mappa
Percorso precedente << >> Percorso successivo